Lu.Be.C. Lucca Beni Culturali 2010

Il 21 e 22 ottobre 2010 si terrà la sesta edizione di Lu.Be.C. – Lucca Beni Culturali, incontro annuale organizzato da Promo PA Fondazione sui temi della valorizzazione dei beni culturali e lo sviluppo economico del territorio.

Obiettivo dell’iniziativa è promuovere ed approfondire la conoscenza dello scenario complessivo del settore, sia sotto il profilo dell’innovazione tecnologica e gestionale, sia sotto quello dell’integrazione tra le diverse tipologie di risorse turistico – culturali, inscindibilmente legate agli strumenti dell’economia, del marketing e della comunicazione.

Nel 2009 l’incontro ha coinvolto oltre mille e cinquecento operatori provenienti dal mondo della pubblica amministrazione locale e centrale e dell’imprenditoria saldamente legata alla filiera beni culturali – tecnologia – turismo, che hanno altresì avuto la possibilità di esporre i progetti realizzati sul tema nella contestuale rassegna espositiva.

Questa sesta edizione, ampliata a due giorni e fortemente integrata con la rassegna espositiva, vedrà alternarsi alle sessioni plenarie dibattiti e seminari formativi con una nuova organizzazione rivolta a stimolare la circolarità e la discussione. Relatori ed espositori nazionali ed esteri, provenienti dal mondo pubblico e privato si confronteranno tra workshop, incontri ai desk e presentazioni per proporre ed attivare - attraverso l’analisi di dati, modelli di business e casi realizzati - strategie di intervento ed assi di collaborazione.

Lu.Be.C. 2010 affronterà, tra le altre, le tematiche della committenza pubblica, del lavoro e delle politiche formative, argomenti cardine del dibattito internazionale che insiste sulla necessità di promuovere qualità ed efficienza professionali per rendere realmente competitivo il settore. In linea con l’internazionalizzazione dell’iniziativa anche quest’anno, in accordo con le istituzioni di riferimento, Lu.Be.C. ospiterà tra i relatori e tra gli espositori un Paese straniero identificato con la Finlandia, che presenterà i suoi successi in materia tra artigianato e tecnologie.

Parallelamente al convegno si terrà, la quarta edizione di Lu.Be.C Digital Technology, rassegna espositiva sull’innovazione tecnologica – digitale applicata alla valorizzazione del territorio e del marketing territoriale, aperta alle aziende che desiderano presentarsi ad un pubblico qualificato e potenziare la propria visibilità all’interno del mercato di riferimento. Lu.Be.C è un evento organizzato con la collaborazione di MiBAC, UVAL-MiSE, Confcultura, ARCUS e Cesvot.

Visita il sito www.lubec.it

Per informazioni scrivi a: info@lubec.it

Sesta edizione: 21 e 22 ottobre 2010

L’organizzazione di LuBeC 2010 è già partita. Obiettivo di LuBeC oggi è, infatti, coadiuvare la PA e gli operatori del settore sulla strada segnata dalle direttive nazionali e internazionali e, contestualmente, evidenziare le potenzialità e gli strumenti a disposizione per raggiungere risultati di integrazione tra le risorse disponibili.

Il 21 e 22 ottobre 2010 sono le date scelte in accordo con gli Enti Locali Comune di Lucca e Provincia di Lucca, Soprintendenza per Lucca e Massa Carrara, APT, Camera di Commercio, Regione Toscana e con i Ministeri per i Beni Culturali, per lo Sviluppo Economico e per gli Affari Esteri per la prossima edizione di Lu.Be.C., con sede al Real Collegio.

Sviluppandosi come di consueto su due sessioni plenarie e cinque parallele, il convegno e la contestuale Lu.Be.C. Digital Technology - rassegna espositiva delle soluzioni ICT applicate alla valorizzazione dei beni culturali e al marketing territoriale -, indagheranno la filiera beni culturali – turismo – tecnologia secondo quanto definito sia dalle politiche europee, sia nazionali e come parte integrante delle politiche di sviluppo locali.

Quest’anno sarà dato ampio spazio alla partecipazione degli enti sostenitori locali attraverso incontri e presentazioni dedicate alle azioni strategiche che il territorio sta portando avanti con forza: dal PIUSS alla Lucca CARD della Camera di Commercio, dal Polo Tecnologico ai progetti europei di cui siamo protagonisti e molto altro.

Inoltre, in linea con l’internazionalizzazione dell’iniziativa è necessario approfondire lo studio del territorio, per capire quali siano le tipologie di “fruizione” adatte alle varie realtà, creando un coordinamento progettuale forte per una redistribuzione dei flussi che dai centri di alto interesse possano spostarsi verso luoghi meno conosciuti. La tecnologia può aiutare questo processo.

In questo contesto il ruolo delle istituzioni che sovrintendono al patrimonio culturale, artistico, architettonico, archeologico e paesaggistico (sia a livello regionale e locale, sia, soprattutto, a livello di indirizzo strategico nazionale) deve essere trainante, per il pieno e ottimale impiego degli strumenti e delle risorse in campo.

L’approccio che le nuove politiche prevedono è, in sintesi, quello di utilizzare l’innovazione (di prodotto, di processo, organizzativa) come leva per internazionalizzare l’economia nazionale favorendo la piena espressione delle potenzialità di sviluppo dei territori più dotati dal punto di vista delle risorse culturali e, quindi, realizzando e diffondendo gli obiettivi dell’economia della conoscenza.

Gli strumenti verso cui dovrebbero essere orientate le scelte di investimento sono quelli  della ricerca avanzata, della successiva applicazione delle tecnologie informatiche e della società dell’informazione, dell’alta formazione, della promozione di reti e filiere che creino sinergie territoriali e funzionali tra territori e soggetti e si pongano come reali strutture portanti del sistema di offerta e di domanda di cultura che produce ricchezza, competitività, globalizzazione legate allo sviluppo dei saperi e  del patrimonio culturale e, di valori umanistici e paesistici, su cui poggia ogni civiltà nella sua evoluzione storica.

In questo quadro Promo P.A. Fondazione lancia ogni anno a LuBeC progetti, ricerche, studi di settore. Tra le attività scaturite dal dibattito dell’edizione 2009, che coinvolgeranno la comunità di LuBeC per tutto l’anno 2010, segnaliamo:

  • TE.BE. Studio sui modelli di Business sull’applicazione delle tecnologia alla valorizzazione dei beni culturali;
  • Secondo Rapporto sul fabbisogno professionale nel settore beni culturali degli EELL;
  • Primo Rapporto sui modelli di sviluppo delle Città d'Arte;
  • Giovani e Istituzioni: istruzioni per l’uso. Un percorso per la crescita del Paese attraverso l’Incontro necessario.